Cancellazione trascrizione domanda giudiziale

  • 307 Viste
  • Ultimo messaggio 02 gennaio 2023
augo pubblicato 14 settembre 2022

Buonasera

sottopongo seguente questione pratica:

l'acquirente di taluni immobili apprende successivamente della trrascrizoone, in rispettivo danno, della domanda revocatoria ex art.2901 cc, accolta con sentenza passata in giudicato, da parte di un ente creditore; trattandosi di atto mai notirficato, tale terzo resta contumace nel relativo giudiizio di merito.

Il preposto archvio notarile ha dichiarato per iscritto di non disporre di alcuna copia dell'atto di citazione e della rispettiva relazione di notifica ex art.2658 c.c.; inoltre, l'archivio del Tribunale davanti al quale si è svolta la causa di merito ha dichiarato per iscritto di aver smarrito il fascicolo d'ufficio del relativo giudizio.

Anche l'asserito creditore (ente locale) mai ha rilasciato la copia, comprensiva della relata di notifica, comprovante l'ipotetica notificazione al terzo acquirente della citazione ex art.2901 cc; trattandosi, peraltro, di formale richiesta formulata ai sensi dell'art.328 cpc, è stata amcje presentata denuncia penale.

Per tali motivi, sarebbe possibile dedurre la nullità/inesistenza della trascrizione della suesposta domanda giudiziale, conseguentemente chiedendo la cancellazione della totalità delle trascrizioni pregiudizievoli eseguite contor il terzo acquirente ? (non avendo lo stesso mai ricevuto alcuna notificazione ex art.2901 ccc)

 

 

salvatoredestefano pubblicato 02 gennaio 2023

Buonasera, sto pensando di partecipare ad un asta per fallimento  n°35 / 2013

L'immobile in asta insieme ad altri beni ha i seguenti gravami:

Ipoteca Volontaria di € 2.000.000 (cap. € 1.000.000) derivante da concessione a garanzia di mutuo condizionato 02/04/2007.

Ipoteca Giudiziale derivante da decreto ingiuntivo di € 300.000 (cap. € 276.469,63) in data 30/10/2012.

Nell'avviso di vendita viene riportata la seguente nota: 

Cancellazioni e iscrizionie trascrizioni - Le iscrizioni e trascrizioni pregiudizievoli, ivi inclusa la trascrizione della sentenza di Fallimento, potranno essere cancellate, a cura e spese dell'aggiudicatario, in forza di autorizzazione che verrà richiesta al Giudice Delegato solo dopo l'avvenuto saldo del prezzo; non saranno cancellate le eventuali ulteriori trascizioni pregiudizivoli esistenti (es. domande giudiziali, fondi patrimoniali, trust), anche ove inopponibili.

Sulla base di queste info è possibile stabilire quali possono essere le spese in cui si va in contro per la cancellazione di tutte le trascrizioni e iscrizioni?

L'ipoteca Giudiziale può essere cancellata, oppure può costituire titolo opponibile per una futura vendita dell'immobile?

Vi ringrazio anticipatamente 

Salvatore

 

 

Close