valori di perizia e assegnazione quota nel giudizio di divisione

  • 26 Viste
  • Ultimo messaggio 3 giorni fa
lucamargio pubblicato 5 giorni fa

Salve,

in una perizia di stima  di una quota' di 1/2 di diritto superficie di unita' immobiliare il CTU, determina 3 valori :

1) 45.340 euro

2) 31.500 euro

3) 56.615, 25 euro

Puo' il comproprietario non debitore ,durante il giudizio di divisione richiedere l'assegnazione diretta ad un prezzo medio dei tre valori indicati dal Perito ?

Grazie per l'attenzione 

 

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
astalegale pubblicato 3 giorni fa

La domanda non ci appare chiarissima: a cosa si riferiscono i 3 valori determinati dallo stimatore?

lucamargio pubblicato 3 giorni fa

Lo stimatore ha valutato la quota di diritto di superficie in tre modi ; 1) prezzo massimo di cessione alloggio 2) valore di mercato in proporzione alla durata del diritto di superficie 3) valore di mercato pari la prezzo massimo alloggio meno il vincolo del diritto da pagare al comune....dando la facolta' al Giudice di decidere il prezzo base d'asta..

astalegale pubblicato 3 giorni fa

I criteri riferiti dallo stimatore possono essere un valido indice di riferimento per la determinazione del prezzo di assegnazione della quota, che tuttavia deve essere fissato dal giudice.

Evidentemente, se si offrirà il valore medio e le altre parti sono concordi, il problema non si pone.

In caso contrario la determinazione è rimessa al Giudice, il quale in teoria potrebbe individuare quale prezzo corretto anche uno più basso di quello proposto dal comproprietario che chiede l'assegnazione.

Close