SPESE CHE NON QUADRANO

  • 56 Viste
  • Ultimo messaggio 2 settimane fa
andrea7791 pubblicato 2 settimane fa

Buonasera, mi sono aggiudicato un appartamento che ha un valore fiscale di € 52.710 (RC 418,33 x 126, acquisto come seconda casa, prezzo di aggiudicazione € 65.000).

Le mie domande sono: 1.- qual’è il compenso del delegato alla vendita? 2.- a quanto ammontano le spese di registro, bollo, catastali ecc? 3.- ci sono altre spese?

Per quanto riguarda le cancellazioni delle ipoteche, l’avviso di vendita, le pone a carico della procedura, però il Delegato mi ha fatto capire che per prassi consolidata (Tribunale di Torino), saranno a carico dell’aggiudicatario. Le formalità in perizia sono 4: -ipoteca volontaria € 120.000 (ipoteca € 240.000); -ipoteca giudiziale € 25.000 (ipoteca € 37.000 ); -pignoramento Ufficiale Giudiziario; -pignoramento Ufficiale Giudiziario;

Se fossero a carico mio, a quanto ammonterebbe la spesa di cancellazione delle formalità?

Grazie anticipatamente per le risposte.

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
andrea7791 pubblicato 2 settimane fa

Il conteggio del Delegato è il seguente: - € 4.900 registrazione - € 400 bolli - € 1.200 cancellazioni formalità - € 700 oltre iva e cassa compenso

andrea7791 pubblicato 2 settimane fa

Nessuno mi sa indicare se i conteggi sopra sono corretti ?

astalegale pubblicato 2 settimane fa

Limposta di registro, ipotecaria e catastale dovrebbe essere pari a 4.843. 400 euro di bolli sono eccessive. 700 euro per compenso ci sembra più o meno corretto. Per quanto riguarda le cancellazioni, se l'avviso di vendita le pone a carico della procedura, non potrà esserle richiesto nulla!

Close