Sospensione Ordine di Liberazione COVID

  • 89 Viste
  • Ultimo messaggio 17 aprile 2021
mcodari pubblicato 16 aprile 2021

Buongiorno

nel contesto di una procedura fallimentare (Tribunale di Milano) è corretto che i diritti del custode/delegato alla vendita (sivag) (dal 5% al 7% del prezzo di aggiudicazione + IVA ) vengano posti a completo carico dell'aggiudicatario come indicato nell'avviso di vendita?

 

L'avviso di vendita riporta che l'immobile è occupato ma anche che "la procedura è in possesso dell'ordine di liberazione". Non mi è chiaro se la liberazione dell'immobile da cose e persone è a carico della procedura o se l'immobile viene aggiudicato come "occupato" e i costi di liberazione ricadranno poi sull'eventuale aggiudicatario?

 

grazie per il vostro servizio

astalegale pubblicato 17 aprile 2021

Difficile rispondere alla domanda senza procedere ad una compiuta lettura del disciplinare di vendita.

A nostro avviso, se nulla viene detto, la liberazione dell'immobile deve avvenire a cura e spese della prcedura, in attuazione dell'art .1476 cc, nonrma non incompatibile con la vendita coattiva.

Quanto ai diritti, si tratta di un costo che se previsto nel programma di liquidazione è corretto.

Close