Sospensione Ordine di Liberazione COVID

  • 53 Viste
  • Ultimo messaggio 3 settimane fa
mcodari pubblicato 3 settimane fa

Buongiorno

nel contesto di una procedura fallimentare (Tribunale di Milano) è corretto che i diritti del custode/delegato alla vendita (sivag) (dal 5% al 7% del prezzo di aggiudicazione + IVA ) vengano posti a completo carico dell'aggiudicatario come indicato nell'avviso di vendita?

 

L'avviso di vendita riporta che l'immobile è occupato ma anche che "la procedura è in possesso dell'ordine di liberazione". Non mi è chiaro se la liberazione dell'immobile da cose e persone è a carico della procedura o se l'immobile viene aggiudicato come "occupato" e i costi di liberazione ricadranno poi sull'eventuale aggiudicatario?

 

grazie per il vostro servizio

astalegale pubblicato 3 settimane fa

Difficile rispondere alla domanda senza procedere ad una compiuta lettura del disciplinare di vendita.

A nostro avviso, se nulla viene detto, la liberazione dell'immobile deve avvenire a cura e spese della prcedura, in attuazione dell'art .1476 cc, nonrma non incompatibile con la vendita coattiva.

Quanto ai diritti, si tratta di un costo che se previsto nel programma di liquidazione è corretto.

Close