Saldo prezzo dopo aggiudicazione

  • 231 Viste
  • Ultimo messaggio 3 settimane fa
nicolat pubblicato 4 settimane fa

Buonasera,

chiedo la Vostra gentilòissima opinione in merito al saldo prezzo che dovrò effettuare in seguito ad una aggiudicazione di immobile.

Mi sono aggiudicato un immobile al prezzo di 123.000 versando come cauzione un assegno pari al 10% del prezzo offerto e di 12.300.

Dunque il saldo prezzo rimanente equivale a 110.700 (rimanente aggiudicazione) + 1550 (imposte di trasferimento) + 850 (spese ed onorario) + 182 (iva). Per un totale di 113.282.

Il delegato il giorno stesso dell'aggiudicazione mi invia pec con il l'importo da versare per il saldo prezzo equivalente a 114.000. 

Richiedo dunque un elenco delle singole spese ricevendo come risposta i singoli importi elencati in precedenza e che sommati danno un totale di 113.282. A questo punto chiedo se compresi nei 114000 ci siano altre spese di cui non sono a conoscienza.

 

Grazie per la Vostra preziosa opinione.

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
Anna982 pubblicato 4 settimane fa

a me ha indicato che la somma è maggiorata in via cauelativa e che l'eccedenza mi verrà poi restituita.

astalegale pubblicato 3 settimane fa

Quasi certamente è come dice anna 982. Le spese di trasferimento sono quelle indicate. Potrebbe aggiungersi qualche decina di euro per bolli relativi alle compie conformi del decreto.

Ci tenga aggiornati.

nicolat pubblicato 3 settimane fa

Grazie per le vostre risposte. Purtroppo nella pec ricevuta non è specificato che la differenza ( 800 euro ca) tra saldo prezzo richiesto e quello effettivo sia a titolo cauzionale e che verrà poi restituita.

Ho richiesto chiarimenti senza ricevere alcuna risposta.

Ovviamente per esserne certi preferisco che ciò mi venga specificato e proverò a richiedere la cosa. Sapete se c’è qualche legge che precisa la restituzione di eventuali somme versate oltre l’effettivo saldo prezzo? Grazie

astalegale pubblicato 3 settimane fa

L'aggiudicatario deve versare le spese di trasferimento, e null'altro. Quindi, a decreto registrato e trascritto, chieda la distinta delle spese sostenute ed a lei imputabili.

Close