Quesiti aste

  • 757 Viste
  • Ultimo messaggio 12 settembre 2019
  • Argomento risolto
Josef pubblicato 11 marzo 2019

Ciao a tutti,ho trovato una casa che mi piace esendo la prima casa che aquisto in sta mi consigliate liter burocratico ?
Considerate che devo fare un mutuo lasta e il primo aprile

Grazie mille

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
astalegale pubblicato 17 marzo 2019

La prima cosa da fare è quella di recarsi presso l'istituto di credito con la perizia di stima, l'ordinanza e l'avviso di vendita pubblicati per verificare la disponibilità dell'istituto di credito ad erogare il finanziamento.

Contestualmente, chiedete al custode di visitare l'immobile per verificarne lo stato di fatto.

Josef pubblicato 17 marzo 2019

Ok grazie mille ,ho parlato fino adesso con due banche e nessuna mi ha dato la certezza del mutuo ....se nn ho capito male hanno preplesita sulle difformità sanabile che la perizia del tribunale ha riportato per la cifra di circa 3000€ .

astalegale pubblicato 19 marzo 2019

La ritrosia delle banche nel caso di immobili che presentano difformità edilizie è frequente.

Josef pubblicato 04 aprile 2019

Buongiorne volevo dare notizia che mi sono giudicato lasta e sono molto contento ...

 

Domanda il curatore mi ha detto che per fare il trasferimento devo delegare un notaio ..come mai ? non fa tutto il tribunalle ?

astalegale pubblicato 04 aprile 2019

Dalla sua ultima precisazione ricaviamo il dato per cui si tratta di una vendita fallimentare.

Probabilmente si tratta di una vendita celebrata mediante procedure competitive ex art. 107,comma primo, l.f. In questo caso si dovrà procedere per il tramite di un notaio. Ad ogni buon conto, ulteriori informazioni possono essere ricavate dal disciplinare della vendita.

Josef pubblicato 12 aprile 2019

 

Buona sera ,gentilmente devo fare un altra domanda.... il prezzo del aggiudicazione e 140.000E con bonifici di prima casa .Rendita 930.

Come consigliato dal curatore della asta, ho incaricato un notaio per tutte le procedure burocratiche cambio intestatario  con un preventivo di 4.800€ 

Questa spesa e a carico mio ?

Saluti grazie 

Josef pubblicato 17 aprile 2019

Buongiorno qualcuno mi può rispondere ovviamente se conoscete l'orgomento

astalegale pubblicato 18 aprile 2019

Dai dati che ci ha fornito nelle precedenti domande ricaviamo il convincimento che queste spese siano a suo carico.

Josef pubblicato 18 aprile 2019

Buongiorno , nel avviso di vendita c'è scritto che 50% sono a carico del aggiudicatario ....

"EFFETTI DELL’AGGIUDICAZIONE E VERSAMENTO DEL PREZZO L’aggiudicazione è definitiva e non verranno prese in considerazione offerte successive. L’aggiudicatario è tenuto al versamento del saldo prezzo, della quota parte del 50 % del compenso dell’Ausiliario incarico per la predisposizione del decreto di trasferimento, degli oneri tributari e delle spese per la trascrizione della proprietà, entro massimo 120 giorni, ovvero altro termine inferiore indicato nell’offerta, dall’aggiudicazione a pena di decadenza dell’aggiudicazione. L’importo di detti oneri sarà comunicato entro quindici giorni dall’esperimento di vendita dall’Ausiliario nominato dal giudice. In caso di inadempimento anche parziale, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme già versate. CONDIZIONI DELLA VENDITA ANALOGICA "

astalegale pubblicato 22 aprile 2019

Ma si tratta di una vendita esecutiva o fallimentare?

Josef pubblicato 22 aprile 2019

Ti confermo fallimentare .

astalegale pubblicato 23 aprile 2019

Stando al tenore dell'avviso di vendita l'aggiudicatario deve sostenre (oltre agli oneri tributari connessi al trasferimento) il 50% dei costi relativi al compenso del professionista che sarà incaricato di predisporre il decreto di trasferimento.

La cosa, tuttavia, ci sembra anomala poichè nelle vendite fallimentari il trasferimento della proprietà o interviene per atto notarile (in questo caso dall'avviso di vendita potrebbe ricavarsi il dato per cui il compenso del notaio grava sull'aggiudicatario per il 50%) oppure è lo stesso curatore che predispone il decreto di trasferimeno, e dunque nessun compenso deve essere erogato.

Cerchi di assumere ulteriori informazioni e proveremo ad essere più precisi.

 

Josef pubblicato 23 aprile 2019

Buongiorno,
E lo stesso il curatore che mi ha invitato a incaricare notaio per il decreto del trasferimento    ,che poi lo ha scritto anche sul verballe del agiudicazione il giorno del asta in tribunalle .
Nel avviso di vedita ce scritto qiesto

A carico dell’aggiudicatario sarà posta la quota del 50% relativa al compenso dell’Ausiliario stabilito dal
giudice per l’attività inerente la trascrizione della proprietà e la quota del 100% delle anticipazioni sostenute
per l’esecuzione delle formalità di registrazione, trascrizione e voltura catastale, così come disposto dal D.M.
227/2015.

astalegale pubblicato 25 aprile 2019

ci sembrano importi corretti

drbattaglia pubblicato 30 aprile 2019

Buongiorno, volevo chiedere un consiglio su l'acquisto di un locale comprato all'asta

dove c'era la richiesta di un comproprietario per un 1/4 del locale.

Un eventuale causa da parte sua dovrò risarcire un 1/4 della cifra con cui mi sono aggiudicato

l'asta! Grazie in anticipo

drbattaglia pubblicato 30 aprile 2019

Scusate il comproprietario non è esecutato

 

astalegale pubblicato 01 maggio 2019

Ci spiace ma i termini della questione sono troppo generici per consentirci di offrire il nostro punto di vista. Cerchi di aggiungere qualche ulteriore elemento di chiarezza e proveremo a dire la nostra.

Josef pubblicato 17 maggio 2019

Buongiorno ,come indicato sopra la è un asta fallimentare il trasferimento di proprietà aviane tramite il notaio . abbiamo fissato il rogito notarile ... Domanda una volta effettuato il pagamento rogito la consegna delle chiavi quando avviene ? La e vuota da persona e materiali .

astalegale pubblicato 19 maggio 2019

Ai sensi dell’art. 1476 c.c. (applicabile anche alle vendite esecutive), l’aggiudicatario consegue il diritto all’immediata consegna dello stesso nel momento in cui diviene proprietario del bene, momento che si identifica, secondo l'opinione più accreditata in dottrina e in giurisprudenza, con l'adozione del decreto di trasferimento (si veda, tra le molte, Cass. 16.4.2003, n. 6272).

Così si esprime anche la giurisprudenza, secondo la quale Nella vendita forzata, pur non essendo ravvisabile un incontro di consensi, tra l'offerente ed il giudice, produttivo dell'effetto transattivo, essendo l'atto di autonomia privata incompatibile con l'esercizio della funzione giurisdizionale, l'offerta di acquisto del partecipante alla gara costituisce il presupposto negoziale dell'atto giurisdizionale di vendita; con la conseguente applicabilità delle norme del contratto di vendita non incompatibili con la natura dell'espropriazione forzata, quale l'art. 1477 cod.civ. concernente l'obbligo di consegna della cosa da parte del venditore (Cassazione civile, sez. I 17 febbraio 1995, n. 1730; Cass. 30/06/2014, n. 14765).

Del resto, lo stesso vale anche nelle vendite ordinarie, laddove si è detto che Nella vendita ad effetti reali, un volta concluso il contratto, l'acquirente consegue immediatamente, e senza necessità di materiale consegna, non solo la proprietà ma anche il possesso giuridico ("sine corpore") della "res vendita", con l'obbligo del venditore di trasferirgli il possesso materiale ("corpus"), che si realizza con la consegna e che, quanto al tempo della sua attuazione, ben può essere regolato dall'accordo dell'autonomia delle parti”. (Cass. n. 569 del 11/01/2008).

Josef pubblicato 21 maggio 2019

 

OK grazie ,atto compravendita e decreto di trasferimento si concludano in contemporanea ? SE cosi che altro devo aspettare per avere la chiave ?


grazie

Mostra altri messaggi
Close