Parità di offerte

  • 65 Viste
  • Ultimo messaggio 15 aprile 2020
corradobevilacqua pubblicato 12 aprile 2020

Buongiorno,

a parità di offerta presentata - ad esempio su immobile base d'asta €. 95.000,00 abbiamo due offerte presentate per €. 100.000,00 - in sede di asta chi avrà per primo il diritto al rilancio? E se nessuno rilancia sarà chi ha presentato per primo l'offerta a vincere la gara? Grazie anticipate 

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
astalegale pubblicato 13 aprile 2020

 Per rispondere alla domanda occorre premettere alcuni dati normativi.

Ai sensi dell’art. 573, comma 2 c.p.c., “Se sono state presentate istanze di assegnazione a norma dell’articolo 588 e il prezzo indicato nella migliore offerta o nell’offerta presentata per prima è inferiore al valore dell’immobile stabilito nell’ordinanza di vendita, il giudice non fa luogo alla vendita e procede all’assegnazione”.

Il successivo comma terzo aggiunge che “Ai fini dell’individuazione della migliore offerta, il giudice tiene conto dell’entità del prezzo, delle cauzioni prestate, delle forme, dei modi e dei tempi del pagamento nonché di ogni altro elemento utile indicato nell’offerta stessa”.

Sulla scorta di questi dati normativi riteniamo che nel caso di plurime offerte di pari importo, andrà preferita, nell’ordine: quella cui sia stata accompagnata la cauzione di maggiore importo, quella che preveda il minor tempo di versamento del saldo, ed infine quella presentata per prima.

Quanto alle modalità di svolgimento della gara, non esiste un ordine di presentazione dei rilanci. Partito il tempo (ad esempio tre minuti), ognuno può eseguirne uno, e ad ogni rilancio il termine ricomincerà a decorrere nuovamente fino a quando sia inutilmente decorso senza che nessun offerente abbia rilanciato.

corradobevilacqua pubblicato 13 aprile 2020

Grazie per la risposta!

Un ultimo dubbio quindi mi sembra di capire che nel caso in cui ci fossero due offerte minime e ci fosse un'istanza di assegnazione art. 588, il giudice non darebbe proprio luogo alla gara per eventuali rialzi e procederebbe direttamente con l'istanza di assegnazione?

Grazie

 

astalegale pubblicato 15 aprile 2020

No. In caso di pluralità di offerte l'art. 573 cpc prescrive che si proceda comunque alla gara, anche se è stata presentata una istanza di assegnazione, la quale prevarrà solo se all'esito della gara medesima il prezzo raggiunto sia inferiore a quello base.

Close