Opponibilità ai terzi: NO

  • 21 Viste
  • Ultimo messaggio 3 giorni fa
mariarosacampana pubblicato 2 settimane fa

Buona sera e Buon Anno a tutti!

Chiedo gentilmente delucidazioni al riguardo di questo punto descritto in perizia dato che anche sui vari siti di diritto lo spiegano in modo troppo tecnico e non vorrei confondermi :

. STATO DI POSSESSO: Occupato da OMISSIS, con un preliminare di compravendita Il contratto è stato stipulato in data antecedente il pignoramento o la sentenza di fallimento.

Opponibilità ai terzi: NO.

Note: Si precisa che il contratto di preliminare compravendita è in attesa di essere verificato in quanto scaduto nel giugno 2020.

L'immobile sara in asta il mese prossimo e vorrei chiarire qunto descritto sopra in modo semplice; probabilmente il preliminare non è più valido perchè scaduto e posso acquistare? Oppure chi ha sottoscritto il preliminare ha diritto di prelazione e se io compro l'immobile mi trovo sorprese?

Il custode mi ha contattato dicendo che in buona sostanza il preliminare non esite perchè l'impresa non l'ha registrato. 

 

Inoltre prosegue dicendo:

Spese di gestione condominiale:

- ordinarie annue di gestione dell'immobile: xxxx

-  scadute ed insolute alla data della perizia: euro 10.000,00.

Io dovrò tenere conto solo dell'anno in corso e anno precedente giusto?

Nella perizia non è indicato se ci sono spese straordinarie.

 

Grazie mille

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
mariarosacampana pubblicato 6 giorni fa

Chiedo gentilemnte risposta 

grazie

astalegale pubblicato 3 giorni fa

Rispondiamo agli interrogativi rappresentando che il preliminare non ci sembra opponibile perchè privo di data certa.

Quanto alle spese condominiali, si dovranno considerare solo quelle elative all'anno in corso ed all'anno precedente al decreto di trasferimento. Quelle più vecchie vanno escluse, a norma dell'art. 63 disp. att. c.p.c.

Close