Distribuzione ricavato e altre informazioni

  • 70 Viste
  • Ultimo messaggio 14 febbraio 2020
giulia_f pubblicato 09 febbraio 2020

Buongiorno,

approfitto nuovamente della vostra gentilezza e competenza per chiarire altri dubbi:

L'immobile che mi interessa ha un valore catastale (calcolato sia sugli immobili A/2 C/2 che sui terreni seminativi e da pascolo) di circa 220.000€

Come offerta vorrei proporre 280.000€

Partendo da questo presupposto immagino che dato che, in caso di aggiudicazione vorrei richiedere l'applicazione come prima casa (quindi tassa al 2%) farei bene a chiedere che questa aliquota venga applicata al prezzo valore (quindi al valore catastale) e NON al prezzo di aggiudicazione?

DISTRIBUZIONE RICAVATO:

I creditori (da quanto si evince dalla perizia) sono 2:

- BANCA X  - n°2 ipoteche volontarie

- BANCA Y - n°1 ipoteca volontaria

- Ipoteca a garanzia di somma (non capisco a favore di chi, inoltre potreste spiegarmi di che tipo di ipoteca si tratta? è una fidejussione?)

- Pignoramento - BANCA X

Il ricavato della vendita andrà quindi distribuito tra questi 3 creditori giusto?

nel caso in cui avanzasse qualcosa immagino che il restante andrà diviso per i 3 proprietari dell'immobile (gli esecutati)

alcuni parti dell'immobile sono divise con proprietà 1/1

alcuni parti dell'immobile sono divise con proprietà 1/2 + 1/2 

 

Questa distribuzione tra tutti questi soggetti potrebbe essere onerosa per me , nel senso che il delegato potrebbe chiedermi un rimborso più alto dato che i proprietari sono 3 e i creditori sono 3?

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
fvane pubblicato 12 febbraio 2020

B

astalegale pubblicato 14 febbraio 2020

La situazione descritta non incide sui costi che è chiamato a sostenere l'aggiudicatario. Inoltere, nel caso prospettato è conveniente chiedere l'applicazione della disciplina del prezzo valore, perchè più basso del prezzo di aggiudicazione. 

Close